NEWS

Tra tecnologia e innovazione, ecco le 100 più grandi utility italiane

Le 100 più grandi utility italiane fatturano 108 miliardi, fanno crescere l’occupazione, investono sempre più in tecnologia e coprono oltre la metà dell’elettricità prodotta in Italia e dell’acqua erogata. E’ quanto emerge dalla quinta edizione del rapporto Top Utility Analysis.

“L’analisi fotografa un settore dinamico, sebbene penalizzato da una contrazione dei ricavi (dovuto al crollo dei prezzi energetici)” spiega Alessandro Marangoni, Ceo di Althesys e coordinatore del gruppo di ricerca Top Utility. Per crescere e consolidarsi, aggiunge Marangoni, “le Top Utility hanno deciso di destinare risorse umane e investimenti a innovazione e tecnologie in misura crescente rispetto al passato”  Gli investimenti delle Top Utility in impianti, infrastrutture e reti hanno segnato nel 2015 un aumento significativo rispetto all’anno precedente, passando da 4,1 a 4,6 miliardi di euro (+12,2%), pari a circa lo 0,3% del Pil e l’1,7% degli investimenti fissi lordi effettuati in Italia nell’ultimo anno. Ad investire sono prevalentemente società elettriche (47,9% del totale) e multiutility (31,6%).

L’innovazione è parte integrante dell’universo delle imprese analizzate: l’87% del campione svolge internamente attività di Ricerca & Sviluppo. Le Utility fanno ricorso in maniera crescente agli strumenti più recenti: il 53% usa i social network, mentre il 44% ha sviluppato app per smartphone e tablet.